Performance

Performance di EreLLe™

Fino ad oggi i Fillers sono stati progettati e sviluppati fondamentalmente giocando sulle variazioni dei parametri strumentali. Questo approccio tuttavia non sempre corrisponde alla prestazione da un punto di vista clinico. In passato si è cercato di identificare un modello strumentale che potesse essere indice della performance e della permanenza del prodotto all’interno dei tessuti, tuttavia senza risultati univoci.

Alcuni parametri reologici sono stati presi in considerazione:

Viscosità: secondo alcuni ricercatori, ad una alta viscosità corrisponderebbe un maggior tempo di permanenza del filler all’interno dei tessuti, tuttavia alti valori di viscosità non hanno dimostrato in maniera univoca di essere direttamente proporzionali ad una maggiore permanenza del prodotto nei tessuti.

G’: è la capacità strumentale del gel di conservare energia e secondo alcuni ricercatori è responsabile dell’effetto lifting dei gel, ma questo non può essere considerato un parametro specifico di riempimento tissutale, in quanto da un punto di vista pratico è comparabile alla forza elastica del gel a ritornare al suo stato normale dopo essere stato “stirato” e allo stato attuale per quanto riguarda le caratteristiche retraenti o di lifting ipotizzati per questi gel non esistono studi, che confermino nella pratica questi effetti.

Altri parametri frequentemente presi in considerazione sono stati:

Elasticità percentuale (100 X G’/G’+G’’): la relazione tra percentuale di elasticità e persistenza del gel non risulta a tutt’oggi confermata.

Tan [G’’/G’]: è un valore che non da risposte assolute circa la permanenza del gel all’interno del corpo umano, poiché variabile in maniera costante a seconda delle caratteristiche reologiche della materia prima di partenza.

Ad esempio per gli acidi ialuronici il Tan si attesta tra i 0.3 e i 0.5, per le cellulose tra i 0.4 e i 0.6.

Rivoluzionando queste basi, EreLLe™ è un filler, che è stato studiato da un nuovo punto di vista, centrato sulle performance di spinta e persistenza in vivo. Aggiustando le caratteristiche del prodotto da un punto di vista clinico si è poi andato a verificare a quali parametri reologici corrispondessero i risultati ottenuti.

Sorprendentemente all’analisi reometrica il prodotto ha dimostrato una viscosità dinamica superiore (680 Pa-s) associata ad una maggiore resistenza alla deformazione meccanica applicabile al gel (30%). Quest’ultimo parametro consiste nell’identificare la massima deformazione, non in grado di alterare le caratteristiche fisiche del materiale in esame e si traduce da un punto di vista clinico nella capacità del gel di resistere alla sollecitazioni imposte dalla mimica facciale, contrastare la tendenza a spostarsi sotto la ruga e alla capacità di spingere con maggior forza i tessuti generando riempimenti volumetrici migliori, nonché ottimizzando il rapporto tra quantità iniettata e capacità di correzione dell’area trattata.

Gli studi condotti mostrano che EreLLe™ si comporta come un vero e proprio network tridimensionale prevalentemente solido ma iniettabile con aghi di piccolo calibro, dimostrando una resistenza alla deformazione meccanica superiore rispetto agli altri prodotti presenti sul mercato.